mar
2
ago '16

A proposito del terrorismo islamita

terrorismodi Pierluigi Castagnetti

da l’Unità del 02 agosto 2016

Il Papa, per grazia di Dio, fa il Papa. Ma non supplisce le responsabilità della politica. Ancora una volta, di ritorno da Cracovia, ci ha ricordato giustamente che l’attuale terrorismo non può essere configurato come una guerra di religione. Domenica scorsa poi la presenza di diverse centinaia di islamici alle messe cattoliche, in Francia e in Italia, è stata utile a confermarlo. E’ vero che la maggioranza dei mussulmani presenti in questi due paesi non  vi ha partecipato, ma è stato importante – non solo sotto il profilo simbolico – affermare che i “diversamente” credenti non sono “infedeli” da combattere e abbattere.
Non è la religione islamica che ha ispirato i tanti clamorosi e drammatici attentati

dom
13
mar '16

A 38 anni da Via Fani

imagesdi Pierluigi Castagnetti

Roma, 16 marzo 2016

Sono passati 38 anni dalla strage di Via Fani in cui vennero assassinati cinque uomini della scorta e catturato Aldo Moro, allora presidente della DC e principale protagonista nella ideazione e costruzione di quel processo di solidarietà nazionale che vedeva coinvolti la DC e il PCI. Eppure ancora tante cose debbono essere chiarite.
Sergio Flamigni ha fatto uscire da poco il suo nono libro sull’argomento (Patto di omertà, Kaos editore), mentre il parlamento ha recentemente varato una relazione approvata all’unanimità sul primo anno dei lavori della speciale Commissione istituita nel 2014.

mer
10
feb '16

Legge ineludibile, ma sulle adozioni serve ulteriore riflessione

lbch04_pierluigi-castagnettiintervista di Mario Lavia

da l’Unità del 02 febbraio 2016

“Se si fossero approvati i Dico non ci muoveremmo sotto la spinta dell’urgenza. Family Day? Da non sottovalutare”. Certo che la legge sulle unioni civili va fatta e che il ddl Cirinnà va bene per tanti aspetti. E però c’è un che di “sbrigativo”, nel testo, che ha reso il delicato passaggio sulle adozioni ancora insufficiente: per cui “occorre che il Senato nei prossimi giorni ci lavori” perché le conseguenze persino sul piano antropologico potrebbero essere molto serie. Un allarme, dunque: per la sensibilità della persona che lo lancia, Pierluigi Castagnetti, va senz’altro meditato.
Presidente Castagnetti, il problema è l’articolo 5, come è noto.

ven
8
gen '16

Utero in affitto e adozioni gay, capovolgimento da fermare

adozione-singles-italiadi Pierluigi Castagnetti

da l’Avvenire del 08 gennaio 2016

Sto seguendo la discussione sulle unioni civili che si è aperta in particolare all’interno del PD con interesse e una certa preoccupazione. Sono convinto che la materia debba essere finalmente disciplinata per tante ragioni, in particolare dopo le due sentenze della Corte Costituzionali, la 138 del 2010 e la 170 del 2014. Il ddl Cirinnà 2, all’esame ora del parlamento, offre una risposta coerente con le osservazioni della Corte nel momento in cui sposta l’asse della legge dall’art. 29 della Costituzione (che disciplina il matrimonio) all’art.2 (che disciplina i diritti degli individui e delle formazioni sociali). Il matrimonio, dunque, resta cosa ben distinta dall’unione civile:

dom
29
nov '15

Le sfide possibili

imagedi Pierluigi Castagnetti

Carpi, 29 novembre 2015

commemorazione dr. Carlo Carapezzi, nell’ambito del congresso scientifico “Medicina interna: le sfide possibili”, promosso dal Dipartimento di Medicina Interna dell’Ospedale di Carpi e organizzato da AGEfOR.

A otto anni di distanza dalla morte, ormai tante cose sono state dette e scritte su Carlo Carapezzi, che non resta che attingere all’archivio dei sentimenti e della memoria personale, come io farò.
Confesso che quando Carlo Di Donato mi ha proposto di fare questo intervento ho esitato, perché per tante ragioni parlare di Carapezzi, come dice un noto cantante, mi determina un “certo traffico nell’anima”.