Biografia

Pierluigi CastagnettiSono nato a Reggio Emilia il 9 giugno 1945. Ho sempre vissuto a Reggio, dove mi sono sposato e dove sono divenuto padre e più recentemente nonno di tre nipoti. Sin da giovane ho coltivato la passione per la politica, mi sono laureato in Scienze politiche e mi sono iscritto da giovanissimo alla Dc. L’incontro con la politica, con la maiuscola, lo devo prevalentemente ad Ermanno Dossetti, e più tardi al fratello don Giuseppe che ho incontrato negli anni sessanta e da cui ho ricevuto un ricco bagaglio culturale e morale. Ho collaborato con Zaccagnini e Martinazzoli per poi fare il “salto” nelle istituzioni. La prima esperienza è stata nel consiglio regionale dell’Emilia Romagna dove sono stato eletto nel 1980 nelle fila della Dc. Due anni dopo sono divenuto il segretario regionale del partito e dopo ancora, nel 1987, sono stato candidato ed eletto in parlamento. Sono rimasto alla Camera per due legislature. Nello stesso periodo ero a capo della segreteria politica della Dc durante la gestione di Mino Martinazzoli. Nel 1991, alla Camera, fui tra i quattro deputati della DC che votarono contro la partecipazione dell’Italia alla prima guerra del Golfo. Fu un passaggio difficile dove i valori che hanno guidato tutta la mia formazione politica non mi hanno consentito di condividere quello che consideravo un errore politico. Sono stato criticato per questa mia scelta, ma ancora oggi, nel ripensarci e nel vedere i frutti velenosi di quella guerra penso di aver fatto la cosa più giusta. Finita l’esperienza della Dc sono stato tra i fondatori del Partito Popolare Italiano di cui nel 1999 divenni segretario nazionale e che ho rappresentato nel parlamento italiano e nel parlamento europeo. Durante questa esperienza ho contribuito alla formazione del primo governo Prodi e, successivamente, alla nascita della Margherita. Dal 2001 al 2006 sono stato Presidente del Gruppo parlamentare della Margherita. Nella XV Legislatura sono stato il Vicepresidente vicario della Camera dei Deputati e dal 22 maggio 2008 sono Presidente della Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dei Deputati.
Malgrado la politica sia stata da sempre la grande passione della mia vita ho cercato di coltivare anche altri interessi oltre a quelli professionali (sono stato direttore generale di un ente pubblico). La musica, quella jazz, le camminate in montagna, le buone letture, la cucina e la Juventus mi hanno sempre fatto compagnia.